Home » Paesaggio con ossa

Paesaggio con ossa

POESIA. Ottobre 2017.

Arcipelago Itaca Edizioni

 Collana Lacustrine diretta da Renata Morresi

Postfazione di Caterina Davinio

 

http://www.arcipelagoitaca.it/acquista/

 

 

Il corpo come paesaggio di Caterina Davinio

Il titolo dell'ultimo libro di Lella De Marchi, Paesaggio con ossa, richiama alla mente gli “ossi di seppia” montaliani, l'esistenza ridotta all'essenza, levigata e logorata fino a giungere al nocciolo, all'impalcatura, al residuo. E l'autrice non si smentisce nel primo testo del volume, quando scrive: “paesaggio / con ossa, vita che vive senza ornamenti, vita che vive solo di sé”.

Ma la raccolta coglie questa essenza in un panorama borderline, di emarginazione sociale e disagio psichico, che però sfuggono alla classificazione sociologica, per imboccare una strada che non perde di vista la dimensione propria e unica dell'individualità.

Le poesie trovano origine nell'incontro con una ragazza, Malina, che abita in una roulotte, dove la poetessa si è avventurata nel contesto di un progetto di lavori socialmente utili per portare aiuto e vicinanza.

Ed ecco che due mondi adiacenti (la struttura degli operatori è attigua all'insediamento) eppure incomunicanti si toccano, collidono, generano un'esperienza intensa; Lella De Marchi la scandaglia per farne emergere le sfaccettature, soppesa ogni parola nella contemplazione del corpo di Malina, sfinito dagli stenti, e di qualcosa che va oltre, fino a toccare il nucleo, a cercare una verità più vera, sull'esistenza dell'altro e dell'osservatore in quanto donna e in quanto poeta, e quindi capace di una prospettiva acuta, dolorosa come è dolente il corpo di Malina. È un po' una poetica del varco, montaliana anch'essa, ma diversa e originale nei suoi connotati sociali; questa, però, non rinuncia a una contaminazione astratta, a un interrogarsi sul corpo e le sue ferite, che sfocia lievemente, senza soluzione di continuità, quasi nella metafisica......

 

 

Premi e Riconoscimenti

  

Silloge inedita "Paesaggio con ossa"

Maggio 2017. INTERFERENZE, Bologna In Lettere 2017, Segnalazione

Ottobre 2016, PREMIO PAGLIARANI 2016, Finalista

 

Silloge inedita "Gesti" (sezione di "Paesaggio con ossa")

Maggio 2017, INTERFERENZE, Bologna In Lettere, Finalista

Luglio 2016, POESIE DI STRADA, Primo classificato

 

Poesie singole inedite da "Paesaggio con ossa"

 Dicembre 2017, PREMIO DI LIEGRO 2017; "Omaggio a Nan Goldin", Menzione Speciale di Merito

Novembre 2016, PREMIO MONTANO 2016, "Omaggio ad Amelia Rosselli", Finalista

Maggio 2015, STRATIFICAZIONI, BIL 2016, "Omaggio ad Amelia Rosselli", Terzo classificato 

 

 

Recensioni e Note

 

Maggio 2017, INTERFERENZE, Bologna In Lettere 2017, Nota di Enzo Campi

https://boinlettere.wordpress.com/tag/enzo-campi/

  

Maggio 2017, INTERFERENZE, Bologna In Lettere, Nota di Maria Luisa Vezzali

https://boinlettere.files.wordpress.com/2017/11/interferenze-sguardi-dautore.pdf

 

Febbraio 2017, CARTE NEL VENTO, Anno XIV, n. 34, periodico del Premio Montano

"Una poesia inedita, "A-polide A-melia" (Omaggio ad Amelia Rosselli), Nota di Marco Furia  

http://www.anteremedizioni.it/montano_newsletter_anno14_numero34_lella_de_marchi

 

 Novembre 2016, PREMIO PAGLIARANI, Presentazione "Paesaggio con ossa", Nota di M.G. Calandrone

 http://www.premionazionaleeliopagliarani.it/index.php?it/78/premio-nazionale-finalisti/dbfinalisti/17